Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere

4 Febbraio 2020

Nella città di Wuhan, in Cina, è in corso un'epidemia di polmonite causata dal nuovo Coronavirus, i cui sintomi più comuni sono febbre, tosse secca, mal di gola e difficoltà respiratorie. Il Ministero della Salute ha diffuso una serie di circolari e informazioni utili su tutto ciò che c'è da sapere sul nuovo Coronavirus: che cos'è, come si contrae, come ci si protegge, quali comportamenti occorre adottare. Oltre alle domande frequenti, alle indicazioni per i viaggiatori in arrivo o di ritorno dalle zone colpite dall'epidemia e alle circolari emanate, il Ministero ha realizzato un sito dedicato e ha attivato il numero di pubblica utilità 1500.

Come proteggersi: le indicazioni del Ministero della Salute

Le raccomandazioni per ridurre l'esposizione e la trasmissione di una serie di malattie respiratorie comprendono il mantenimento dell'igiene delle mani (lavare spesso le mani con acqua e sapone o con soluzioni alcoliche) e delle vie respiratorie (starnutire o tossire in un fazzoletto o con il gomito flesso, utilizzare una mascherina e gettare i fazzoletti utilizzati in un cestino chiuso immediatamente dopo l'uso e lavare le mani), ed evitare il contatto ravvicinato, quando possibile, con chiunque mostri sintomi di malattie respiratorie come tosse e starnuti. Normalmente le malattie respiratorie non si tramettono con gli alimenti, che comunque devono essere manipolati rispettando le buone pratiche igieniche ed evitando il contatto fra alimenti crudi e cotti.

Per i viaggiatori internazionali diretti o di ritorno da Wuhan

Ecco le indicazioni del Ministero della Salute per i viaggiatori internazionali diretti o di ritorno da Wuhan. 

All'arrivo a Wuhan: 

  • lavate frequentemente le mani con acqua e sapone o una soluzione alcolica
  • coprite la bocca e il naso con un fazzoletto quando starnutite o tossite (non con le mani)
  • evitate il contatto con persone affette da malattie respiratorie
  • evitate luoghi affollati, in particolare mercati del pesce e di animali vivi
  • evitate di toccare animali e prodotti di origine animale non cotti
  • rivolgetevi a un medico o a una struttura sanitaria qualora compaiano i sintomi di infezione respiratoria 
  • non mettetevi in viaggio se siete malati.

Al ritorno in Italia:

  • se nelle due settimane successive al ritorno si dovessero presentare i sintomi (febbre, tosse secca, mal di gola e difficoltà respiratorie), a scopo precauzionale contattate il vostro medico di fiducia, riferendo del vostro recente viaggio
  • in caso di sintomi occorre: indossare una mascherina se in contatto con altre persone, lavare regolarmente le mani e utilizzare fazzoletti usa e getta
  • per fornire informazioni il Ministero ha istituito il numero telefonico gratuito 1500