Eleonora si muove, la social street inaugura la bacheca di strada

19 Settembre 2014

Il 20 e il 21 settembre in via Duse festa di inaugurazione della Bacheca di Strada, frutto del primo patto di collaborazione tra comune e cittadini, nell'ambito del nuovo regolamento per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani. 

Dal primo settembre 2014, dopo numerosi incontri e trattative tra Social Street via Duse, Quartiere San Donato e Ufficio Cittadinanza Attiva del Comune di Bologna si è arrivati alla firma del primo patto di collaborazione tra amministrazione comunale e sette cittadini appartenenti alla Social Street via Duse e dintorni.

Il protocollo prevede la riqualificazione e la gestione di un pannello pubblicitario in disuso collocato all'interno dello spartitraffico centrale di via Duse che sarà adibito a bacheca stradale: il diario di facebook sarà finalmente aperto anche a chi è meno informatizzato o per scelta non usa i social network.

L'inaugurazione della Bacheca di strada sarà sabato 20 settembre, in pesenza del sindaco Virginio Merola,  il presidente del quartiere Simone Borsari e il responsabile dell'ufficio per la Cittadinanza Attiva, Donato di Memmo. 

“Sono orgoglioso – dichiara il Sindaco di Bologna Virginio Merola -  che proprio la Social street di via Duse e dintorni, da mesi impegnata per migliorare la vivibilità del proprio territorio e prendersi cura di beni e spazi comuni, sia pioniera nel campo della cittadinanza attiva ed abbia firmato uno dei primi patti di collaborazione tra Comune e cittadini. Penso che il buon lavoro svolto dai componenti della Social street e gli ottimi risultati raggiunti possa essere da esempio per tante altre realtà cittadine che si vogliono impegnare in questo senso. Continuiamo così, insieme, per una Bologna sempre più bella e partecipata”.

"Il gruppo della Social Street di Via Duse e dintorni – aggiunge il presidente del quartiere San Donato Simone Borsari -  condivide con il Quartiere l'obiettivo di recuperare il senso più autentico dello stare insieme attraverso la cura condivisa dei luoghi in cui si vive e la promozione del senso civico, in un quadro di relazioni umane sincere e gratificanti. Il pannello pubblicitario che verrà recuperato e riutilizzato grazie al patto di collaborazione con il gruppo della Social Street, sarà non solo un punto di diffusione di informazioni sulle iniziative rivolte al miglioramento della vivibilità della zona, ma anche un veicolo per entrare in contatto con altri cittadini attivi e con il Quartiere. Un prezioso elemento connettivo di persone e idee al servizio di tutti, specialmente di chi non può comunicare attraverso la posta elettronica ".