Inaugurata al giardino Klemlen l'opera dedicata all'artista Freak Antoni

12 Giugno 2018

Martedì 12 giugno, il Sindaco Virginio Merola ha inaugurato con una cerimonia informale la scultura di marmo firmata dall’artista Daniele Rossi in omaggio a Roberto “Freak” Antoni, al giardino Klemlen di via Azzo Gardino.

A scoprire la scultura, insieme al Sindaco, la madre di Freak e Margherita, la figlia del musicista. Presenti anche amici musicisti e alcuni componenti del gruppo Lo Stato Sociale, che anche dal palco di piazza Maggiore faranno un omaggio al ricordo dell’indimenticato fondatore degli Skiantos. Il Sindaco Virginio Merola ha presentato la scultura come "un'opera che ricorda Freak, che distribuì Kultura a badilate, e ricorda che ci sono tante persone che vogliono che questa città continui ad essere così: un posto dove ci possono essere persone come Freak".

La proposta di realizzare una statua dedicata a Roberto “Freak” Antoni, nasce per iniziativa dello scultore Daniele Rossi e viene in seguito sostenuta dall’associazione We Love Freak, costituita da familiari e amici dell’artista, nella parte relativa alla produzione e al finanziamento anche tramite crowdfunding.
La scultura, donata dall’associazione We Love Freak al Comune di Bologna, viene collocata nel cuore del distretto delle Arti, negli spazi del Giardino Klemlen, di fronte alla Salara e al Mambo.
La statua è realizzata in marmo bianco proveniente dalle cave Michelangelo di Carrara, pesa 980 chili ed è alta un metro e 70 centimetri. Lo scultore Daniele Rossi è stato affiancato da Corrado Maltese e Mattia Dorici nelle diverse fasi della realizzazione della scultura.