Refezione scolastica, gli impegni dell'Amministrazione comunale

12 Novembre 2014

Eliminazione dei piatti di plastica, sostituiti da quelli in ceramica o da quelli ecocompatibili, in tutte le scuole d’infanzia entro il 21 novembre, reimpiego delle maggiori entrate derivanti dal nuovo sistema tariffario per sconti alle famiglie, in particolare quelle numerose, e più cibi biologici nei menù. E ancora, più trasparenza nella comunicazione con le famiglie e maggiori informazioni sul sito di Seribo e disponibilità a una revisione partecipata del Regolamento delle commissioni mensa, per valorizzare la dimensione della partecipazione a scuola.

Questi alcuni dei punti principali contenuti nel documento sulla refezione scolastica che l’Amministrazione comunale invierà alle famiglie.

Nel documento si fa ordine e soprattutto chiarezza sugli impegni che il Sindaco Virginio Merola e l’Assessore alla Scuola Marilena Pillati hanno assunto al termine dello scorso anno con i rappresentanti della Commissione mensa cittadina, molti dei quali realizzati e realizzabili a partire da questo anno scolastico, distinguendo gli obiettivi a breve da quelli a medio lungo termine. Si dà inoltro conto dei numerosi miglioramenti del servizio implementati da giugno a oggi e delle molteplici questioni aperte su cui si è lavorato e si sta ancora lavorando.

Alcune di queste questioni sono state chiarite nel corso di un incontro che ieri pomeriggio l'Assessore alla Scuola Marilena Pillati ha avuto con alcuni rappresentanti dei genitori, a dimostrazione che la volontà dell'Amministrazione è di ricercare e valorizzare il contributo delle famiglie per un servizio di qualità.

La riunione, fissata nelle settimane scorse, aveva l'obiettivo di fare il punto sul Regolamento delle commissioni mensa. Nel corso dell'incontro si è condivisa la necessità di una revisione di tale regolamento che preveda una dimensione collaborativa più ampia, valorizzando il ruolo dei genitori e delle scuole.